Base Aliena in Antartide? – La nuova conferenza del Dr. Steven Greer smuove un casino mondiale

Omega Click 27/06/2023

Ciao a tutti e ben ritrovati. Oggi sono qui per un commento in merito alla nuova conferenza ufologica del Dr. Steven Greer che ha condotto qualche giorno fa, il 12 giugno 2023 al National Press Club a Washington.

Per chi non lo sapesse quella che è stata trasmessa in streaming e che ha raggiunto qualcosa come 1.300.000 visualizzazioni, il così detto “Disclosure Project” non è altro che una replica di un evento massivo avvenuto nel 2001. Il Dr. Greer ha cercato di replicare quell’evento e ha nuovamente portato a testimoniare un sacco di insider militari di avvistamenti UFO e non solo.

Oggi vi spiegherò in questo articolo cosa è successo e commenterò l’evento a modo mio.

Disclosure Project 2001

Il Disclosure Project è uno dei convegni più devastanti mai avvenuti in ambito UFO.
Messo in piedi dal buon vecchio Dr. Steven Greer il 9 maggio 2001 tramite l’omonima associazione (The Disclosure Project) al National Press Club a Washington D.C. puntava a de-stigmatizzare il fenomeno UFO portando a testimoniare insider del settore che si occuparono di sdoganare il fenomeno agli occhi della stampa. Di che cosa parliamo? Perchè non tutti riescono a pesare determinati eventi, e bene, parliamo di un convegno dove sono stati chiamati a testimoniare alti funzionari del governo americano, militari di alto e basso rango, radaristi, tecnici, operatori e altri personaggi interni al governo sia in ambito militare che civile.


Parliamo di alcuni “insider” chiamati a testimoniare la veridicità del fenomeno UFO, pronti addirittura a giurare al Congresso. Grazie a questo mega convegno rivelatore passato alla storia, vennero alla luce eventi devastanti e ampiamente documentati come l’incidente di Malmstrom, l’evento UFO del volo Japan Airlines 1628 e altri eventi molto compromettenti di carattere ufologico che presero di mira il Cover-Up governativo che aleggiava costantemente intorno al fenomeno. L’evento cari signori si è ripetuto in data 12 giugno 2023 e altri insider militari qualche giorno fa, si sono recati al National Press Club per rilasciare la propria testimonianza. Cosa è cambiato dal 2001? Non è cambiato niente. Aria fritta che vola nelle sale del NPC, perchè come abbiamo imparato con le nuove dichiarazioni dell’insider militare David Grusch, puoi essere anche il capo dell’intelligence ma se parli di eventi devastanti devi almeno, e dico, almeno portare una qualche prova che confermi il tuo racconto altrimenti portiamo avanti la retorica sugli UFO che non si smuove dall’ambito delle speculazioni dagli anni 40.

Michael Herrera testimone

“Sono tizio, ho lavorato nella base tal dei tali, e durante una missione ho visto un UFO”

l’ex marine Michael Herrera che ha parlato qualche giorno fa al “Disclosure Project 2” ha addirittura descritto in modo molto minuzioso un evento ufologico. Durante una missione 14 anni fa, in Indonesia, vide un UFO in modo molto nitido a pochi piedi da terra, addirittura ha riferito di aver anche fatto un video. Il video è stato mostrato il video secondo te? Ovvio che no! E grazie a questo, nel corso del tempo ho imparato a pesare parole ed eventi. Penso che siamo talmente avanti in ambito ufologico a livello mondiale, penso che abbiamo fatto passi talmente da gigante, penso che abbiamo ottenuto talmente tanti dati e tante prove assolutamente incontestabili a riprova del fatto che questi oggetti esistono, che difendere a spada tratta testimonianze non accompagnate da prove danneggi la ricerca. Penso che siamo talmente avanti che adesso basta chiacchiere, basta chiacchiere! è dal 47 che si fanno parole! a me le parole non piacciono. Adesso servono i dati, non hai i dati? quello che dici non può essere confermato e per me vale come un peto.

Questo approccio alla ricerca è lento e necessita di prove, impone di scalare i gradini della consapevolezza più lentamente ma almeno, questo modus operandi ti garantisce che quando sali, non ti stai arrampicando sugli specchi.

“Eh ma eri te il primo che addirittura parlava alla grandissima del Disclosure Project del 2001”

si, perchè anni dopo saltarono fuori i fascicoli e i documenti ufficiali rilasciati ai sensi del FOIA che parlavano di alcune testimonianze di quella conferenza. Il caso Malmstrom per esempio descritto nel 2001 dal capitano Robert Salas in cui rivelò la messa in off di numerosi missili nucleari. Parliamo di un evento seguentemente confermato da tutta una serie di rilasci di documenti governativi. Perchè, come provo a spiegare da tempo, saltarono fuori prove e dati che confermarono determinate testimonianze. E attenzione, neanche questo garantisce al di la di ogni ragionevole dubbio che l’evento in questione sia alieno o altro, ma perlomeno ci permette di analizzare i dati in modo scientifico e di capirci qualcosa.

La nuova conferenza è rilevante?

Questo vuol dire che le testimonianze rilasciate nel nuovo Disclosure Project messo in piedi qualche giorno fa non sono interessanti?, assolutamente no signori, nessuno sta dicendo questo, sono devastanti! Parliamo di insider militari che sono anche riusciti a portare determinate slide che rivelano presunti, progetti ultra top secret di retro-ingegneria (probabilmente) aliena, parliamo di eventi ufologici ripresi nelle zone di conflitto attive, parliamo di oggetti non convenzionali ripresi dai militari di cui abbiamo la prova che non provengono dall’arsenale di nessun’altra potenza straniera, parliamo di rivoluzioni energetiche in grado di elevare la civiltà umana ad una civiltà di tipo 1 se non di tipo 2 sulla scala di Kardashev, parliamo della possibilità di ingannare la gravità, il tempo e i viaggi interstellari, attenzione, non fraintendetemi, ovvio, signori, ovvio! che 3 ore e mezzo di conferenza sono una risorsa importante, dico solo che però, fino a che non verranno provate tali testimonianze da dati empirici e replicabili, video periziati e quant’altro molte di quelle testimonianze lasciano il tempo che trovano, e anche se non lasciano il tempo che trovano, metti caso che vuoi pesare in altro modo la cosa, oggettivamente, dobbiamo ammettere che nulla è cambiato. Per non parlare del Dr Greer, che, con tutto il rispetto, ne ho anche scritto nel mio primo libro parlando dell’influenza che ha avuto a livello internazionale negli ultimi 25 anni, sono stato il primo a riportare in italia il desclosure project del 2001 e a parlarne in una determinata maniera elogiandolo, ma parliamo di un personaggio televisivo che vendeva un app che a detta lui serviva per contattare gli alieni, ok? ecco. Dovete sempre tenere di conto il fatto che il fenomeno vende, e anche se determinati video ti risultano come un boccone amaro da mandare giù, mi dispiace dirti che la verità fa questo effetto!

Il business dell’ufologia

Mise in piedi degli eventi con Demi Lovato che divenne Ambassador, e per l’appunto ho un aneddoto molto simpatico da raccontare. Conosco personalmente la persone che sarebbe dovuta diventare Ambassador di Greer in Itlaia, una persona molto, molto famosa nel nostro paese che rifiutò questa collaborazione con lui perchè venne a sapere cose assurde.

Questioni compromettenti che avrebbero interessato fuochi d’artificio e droni luminosi che facevano volare volontariamente durante gli eventi dal vivo del CE5 negli Stati Uniti, spacciandoli per UFO. Non so se mi spiego.

Occhio, non dico che non sia rilevante il suo lavoro eh, attenzione è molto, molto rilevante. Tanto di cappello per tutto quello che ha fatto negli ultimi 25 anni, e complimenti anche per la nuova conferenza che ha messo in piedi, ma siccome in questo mondo ci sono dentro a livello internazionale anche io da qualche anno, il consiglio spassionato che ti do, è quello di pesare bene personaggi ed eventi quando si parla di UFO perchè questo fenomeno vende e c’è un business dietro fra documentari e televisioni che non te lo puoi neanche immaginare. Per quanto la testimonianza tanto discussa dell’ex marine Michael Herrera sia interessante, per quanto abbiamo un membro delle forze armate statunitensi che parla apertamente del fenomeno e testimonia al mondo di aver preso parte ad un evento di questo tipo, il massimo che ti mostrano a riprova della sua storia è un disegno dell’evento, chiaro? Non so se ci capiamo, se chi di dovere se la prenderà a male, mi dispiace per lui ma un disegnino non basta quando ci troviamo di fronte ad eventi così complessi.

RAF Flyingdales

Vorrei ricordarvi che abbiamo oggetti sulla terra come il RAF Flyingdales che è in grado di rilevare e monitorare oggetti grandi come una lattina di coca cola a 5.000 chilometri nello spazio e però vengono mostrati i disegnini, voglio dire, c’è qualcosa che non quadra non trovi? Possibile che l’intelligence che monitora da remoto le missioni dei marines con droni, radar, satelliti e altro non abbia ottenuto prove per quanto riguarda l’avvistamento di Herrera? Possibile che si parla sempre di video e foto e quando devono saltare fuori in conferenze aperte di questo tipo che ve lo ricordo, non sono eventi governativi ma conferenze totalmente aperte e non pilotate da nessuno, non salta mai fuori la prova? Cos’è che glielo impedisce? voglio dire, oramai non siamo più negli anni 80. Ormai esiste anche un ufficio UFO pubblico al governo americano (AARO) che indaga apertamente su determinati eventi ufologici, perchè io non vedo altro che aria fritta? Sarò cinico, sarò quello che ti pare ma perdonami, finche non verranno portate prove rilevanti a sostegno di determinate testimonianze nessuno può difenderci dal debunkers di turno che dice; “sono tutte speculazioni infondate”

Se lo dici di determinati eventi ufologici ci sono documenti su carta intestata che provano assolutamente al di la di ogni ragionevole dubbio che un determinato evento è avvenuto perchè riportato nei record storici delle forze armate seguentemente declassificati e questo basta a smentirli, per testimonianze aperte di questo tipo invece non ci sono sufficienti dati da valutare.

Steven Digna testimone

Il funzionario dell’esercito Steven Digna, durante la nuova conferenza di Greer, testimonia un altro incontro incredibile. Parla di un incontro in prima persona con un’astronave triangolare a che orbitava a pochi metri da terra durante un’operazione nel deserto. Anche qui disegnino, e poi parla di un altro evento in cui addirittura riuscì a toccarla. Cioè capito? Orbitava a pochi metri da terra e lui riuscì a toccarla. Disegnini creati dal team del Disclosure Project e tanti saluti. Non si riesce a fare il passo successivo, ossia quello di provare al di la di ogni ragionevole dubbio tali testimonianze incredibili.

DC Long testimone

L’ex ufficiale dell’esercito DC Long addirittura non parla neanche di un evento in prima persona ma parla di suo padre, un presunto appaltatore della difesa che si dice abbia conosciuto persone molto rilevanti che gli hanno confermato programmi di retro-ingegneria aliena. Ora, scusate l’ignoranza, lo scetticismo e quant’altro, ma questo basta? Perchè se basta me lo dite e comincio a fare i gameplay di fortnite ok? Non basta, mi dispiace ma non basta.

Divulgo il fenomeno UFO da anni, e ti dico che non basta. A differenza del Disclosure Project del 2001 non ci sono neanche sufficienti documenti in grado di provare tali eventi.

Eric Hecker testimone

Eric Hecker, presunto appaltatore della Rayeton, presunto eh, perchè fino a prova contraria nessuno ha analizzato e divulgato ufficialmente il curriculum di queste persone, quindi…. Erick Hecker, presunto appaltatore della Rayeton, l’azienda di tecnologie avanzate per la difesa americana, dice che il polo sud (Antartide) è un hub di controllo del traffico aereo per gli alieni. Sono state fatte affermazioni piuttosto fuori luogo durante la conferenza ma quella relativa alla stazione Amundsen-Scott South Pope le batte tutte. Hecker ha affermato che nel 2010 Raytheon, il conglomerato aerospaziale e della Difesa degli Stati Uniti, lo ha scelto come appaltatore del centro di ricerca gestito dalla National Science Foundation e ha affermato che la stazione in realtà operava come un centro di “controllo del traffico aereo” per gli UFO e comunicava con velivoli “esotici” inviando raggi di neutrini nello spazio. Hecker è andato oltre parlando di “moduli ottici digitali” sepolti un miglio sotto la superficie sotto il ghiaccio.

Afferma che sono stati sepolti per rilevare le interazioni dei neutrini pur essendo abbastanza profondi da non interferire con le letture delle radiazioni. Ha anche detto di aver visto personalmente un “potente laser verde” puntato “verso il cosmo” e quello che mi chiedo è questo; Per quanto tutte queste informazioni potrebbero essere informazioni al 100% veritiere, informazioni devastanti in ambito ufologico in grado di scrivere la storia, per quanto io non sia nessuno per smentirlo, mi chiedo umilmente nella mia ignoranza; facevi parte di tutto questo, hai fatto parte di tutto questo per anni e non sei riuscito a sottrarre neanche un documento? non hai avuto la preoccupazione di assicurarti una prova per i posteri per assicurarti che qualcuno credesse alla tua incredibile storia? Possibile che l’unica cosa che abbiamo in merito a queste affermazioni sia un disegnino fatto con il lapis? Penso che non devo aggiungere altro, vero? Stendiamo un velo pietoso.

Io penso che sia giusto anche essere critici, penso che sia intelligente dare il giusto peso alle cose e interessarsi nel voler ottenere i dati di questo fenomeno così controverso. Sappiamo per certo, grazie a documenti ufficiali di intelligence che i satelliti spia del National Reconnaissence Office (NRO) hanno triangolato UFO “sigariformi” nello spazio, ed è a quei dati che dobbiamo puntare con occhio critico e giudizioso.

E tu che idea ti sei fatto? Commenta e consiglia l’articolo.

Clicca su una stella per votare

Voto medio 4.9 / 5. Totale voti: 45

Nessun voto. Vota questo articolo.

Omega Click Newsletter

Omega Click

Iscriviti per ricevere le notifiche dei nuovi articoli direttamente nella tua casella di posta.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Condividi

1 commento su “Base Aliena in Antartide? – La nuova conferenza del Dr. Steven Greer smuove un casino mondiale”

  1. Ed eccoci qua, anche Greer ha ceduto a creare intrattenimento.
    Gli UFO sono un argomento che porta soldi? Costruiamoci attorno un intrattenimento che racconti una storia e intanto quelli che ci lavorano seriamente tornano nel sottosuolo da dove arrivano.
    Eh, caro Omega, ci si era illusi che si stava per uscire alla luce del sole e invece eccoci qua, ad avere a che fare con gente che dice robe che sembrano strane anche ai più sognatori.
    grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto