Quante persone scompaiono ogni anno nel mondo? I dati sono catastrofici

Omega Click 11/07/2023

Sulla scia dell’ultimo articolo dove ho trattato la tematica relativa al film “Sound of Freedom” in cui si punta a sgominare il più grande traffico internazionale di bambini a scopo sessuale mi sono chiesto;

E se provassimo a cercare i dati reali delle persone scomparse senza per forza limitarci ai dati di genere come età, sesso, etnia etc, che numeri verrebbero fuori? Quante persone scompaiono ogni anno a livello mondiale? Questo è un argomento molto inquietante che ho deciso di indagare.

Quante denunce vengono avanzate alle autorità competenti ogni giorno nel mondo per quanto riguarda episodi di persone scomparse? Questo è un giallo che non è destinato a risolversi. Vi accorgerete (dati ufficiali alla mano) nel corso di questo articolo che un numero rilevante di persone (e dire rilevante è un eufemismo) ogni anno scompare letteralmente nel nulla senza lasciare traccia.

Nonostante i numeri ufficiali, c’è poi da chiedersi quante di queste persone scomparse risultano essere “fantasmi” in un paese straniero senza documenti e senza nessuno che si preoccupa di denunciare la loro scomparsa. Di conseguenza, i dati ufficiali non possono matematicamente tener traccia di questi fattori impossibili da censire.

I numeri ufficiali non sono falsati ma drasticamente ridotti proprio perché le sparizioni dei cosiddetti “fantasmi” in giro per il mondo non vengono registrate da nessuno. Questo però non significa che non si verifichino anzi, spesso la classe più colpita da sparizione anomale siano essi stessi rapimenti e/o altre operazioni di carattere criminale è proprio la classe povera e in difficoltà nei paesi del terzo mondo o sotto sviluppati dove mancano infrastrutture e dove il personale dedito alla sicurezza civile è corrotto o facilmente corruttibile.

Questo articolo vuole fornire un chiaro a 360° per quanto riguarda dati globali di sparizioni anomale.

Il 100% dei dati sono composti da una torta intera, dividendola si ottengono delle fette, ogni fetta (la maggior parte delle fette) sono attribuibili a delle percentuali relative alle rispettive scomparse SPIEGABILI e ognuna di esse ha una spiegazione diversa, ad esempio, una fetta della torta (e quindi una bella percentuale del totale di sparizioni a livello globale) è attribuibile ad esempio a rapimenti con riscatto e un’altra fetta di percentuale è attribuibile agli omicidi irrisolti mentre altre sparizioni sono sparizioni volontarie, ecco, scartando tutte queste fette rimane una fetta della torta che non è attribuibile a nessuna spiegazione logica e oggi, è proprio a quella fetta di torta che voglio mirare. Voglio mirare al numero che, scartando tutte le spiegazioni plausibili, rimane inquietante e guardingo sopra tutti gli altri.

Come viene gestito il problema in Italia?

Dovete sapere che nonostante tutte le persone che scompaiono e che poi vengono ritrovate morte o vive che sia, nonostante tutte le percentuali relative ai motivi sopra citati, rimane un “numero fantasma” rimane un numero che si riferisce letteralmente a persone che sono semplicemente scomparse nel nulla e mai più ritrovate e oggi prenderò la lente d’ingrandimento per profilare la questione ai massimi livelli.

Esiste una figura unica in Europa che si occupa proprio di questo a livello governativo. Il Prefetto Antonino Bella, è attualmente, mentre sto scrivendo questo articolo, il commissario straordinario del Governo per le persone scomparse nel nostro paese e direttamente dal sito ufficiale del nostro ministero dell’interno possiamo leggere quanto segue:

“La strategia di contrasto al fenomeno delle persone scomparse attuata dal commissario straordinario del governo e coinvolge forze dell’ordine e magistratura. Attraverso le attività di monitoraggio e il coordinamento delle ricerche sul territorio, il numero dei ritrovati cresce nel tempo”

Cerchiamo di capire come funzionano gli organismi deputati a monitorare e affrontare le sparizioni nel nostro paese.

Sempre dal sito ufficiale del ministero dell’interno possiamo leggere che:

Il commissario straordinario del governo per le persone scomparse assicura il coordinamento tra le amministrazioni statali competenti in materia, monitora l’attività delle istituzioni degli altri soggetti impegnati a fronteggiare il fenomeno, e favorisce il confronto fra i dati a carattere nazionale su persone scomparse e cadaveri non identificati e quelli a carattere territoriale. Il commissario straordinario del governo per le persone scomparse e stato istituito nel 2007 decreto del presidente della repubblica del 31 luglio 2007. Questi sono i suoi compiti:

  • Assicura il coordinamento stabile operativo tra le amministrazioni statali competenti a vario titolo nella materia curando il raccordo con le strutture tecniche.
  • Monitora l’attività delle istituzioni e degli altri soggetti impegnati a fronteggiare sotto vari aspetti del fenomeno.
  • Favorisce il confronto incrociato fra le informazioni a carattere nazionale sulle persone scomparse e sui cadaveri non identificati in possesso del sistema dati interforze e quelle a livello territoriale per l’aggiornamento costante del dato nazionale di sintesi sugli scomparsi.
  • Analizza le informazioni sul fenomeno, anche a carattere internazionale per uno studio comparato in materia.
  • Riferisce semestralmente i risultati della propria attività al Presidente del Consiglio dei Ministri e tiene i rapporti con i familiari degli scomparsi e con le assicurazioni più rappresentative a livello nazionale che, sotto diversi aspetti, si occupano della materia.

I dati ufficiali di persone scomparse ogni anno in Italia

Possiamo apprendere dai siti ufficiali che nel nostro paese esiste un intero apparato che parte da Roma e finisce in ogni comando di polizia territoriale che si occupa di questo problema e cliccando le documentazioni presenti sul sito ufficiale del Ministero ci vengono esposti dei documenti di dominio pubblico dove è possibile consultare i fascicoli relativi alla conta anno per anno. Questo primo grafico è aggiornato al 2020 e si riferisce alle denunce di scomparsa fatte nel nostro paese a partire dal primo gennaio 1974 al 31 dicembre 2020 e parliamo di un totale di 258.552 persone scomparse di cui 195.710 ritrovate e una percentuale fantasma di 62.842 persone svanite COMPLETAMENTE nel nulla.

Sempre dal sito ufficiale del Ministero dell’Interno ci viene fornito il grafico per l’anno 2020 e anche in questo caso si parla di migliaia di persone.

Nel nostro paese nel 2020 ci sono state 13.527 denunce di sparizione, 7.473 ritrovati e 6.054 persone COMPLETAMENTE svanite nel nulla.

Si sentono spesso i fatti di cronaca nera relativi a sparizioni che poi diventano casi mediatici enormi e però signori, nessuno ci ha fatto notare che in 12 mesi sono sparite più di 6.000 persone. Che fine hanno fatto? E questo solo nel nostro paese eh, sia chiaro! Progredendo nella lettura di questo articolo ti renderai seriamente conto di che piega prende la questione a livello globale.

Il resto del mondo

per quanto riguarda gli Stati Uniti a occuparsi del monitoraggio su tutto il territorio americano è l’NCIC (National Crime Information Center) che si occupa in modo molto dettagliato di monitorare le scomparse o le presunte tali e se ti sembravano tanti i numeri che hai visto sopra per quanto riguarda l’Italia preparati perché ci rimarrete sbalorditi. Dal sito ufficiale dell’FBI ci viene presentato il resoconto ufficiale anno per anno dell’NCIC per quanto riguarda le persone scomparse dove vengono classificate per età, sesso, razza e altro. A noi ci interessano i numeri finiti e cari signori, osservando il grafico che ci presentano e soprattutto leggendo la legenda sottostante per riuscire a capirci qualcosa veniamo a sapere che (dai dati ufficiali) il numero di persone scomparse negli Stati Uniti si aggira intorno alle 540.000 persone. Ciò significa che in un anno scompaiono in America più del doppio delle persone che sono scomparse in Italia negli ultimi 47 anni.

Sono dati inquietanti e difficili da credere e proprio per questo ho cercato conferma su alcuni quotidiani del paese, proprio perchè non ci potevo credere che più di mezzo milione di persone sparisse all’anno negli Stati Uniti, e bene, arrivano conferme ufficiali, è un dato ufficiale e globalmente accettato dalla maggior parte delle testate giornalistiche nel paese che si rifanno ai dati dell’NCIC. Più di mezzo milione di persone l’anno svanite nel nulla e vuoi sapere la cosa più tremenda? Dai dati dell’FBI confermati da USA Today veniamo a sapere che 340.000 circa sono minori.

I dati globali di persone scomparse sono incalcolabili

Quante persone scompaiono ogni anno sul pianeta Terra? Non solo la ricerca cari signori è stata molto, molto difficile, ma inoltre, non è nemmeno veritiera. Primo, come spiegavo all’inizio, per colpa di tutte quelle personalità “fantasma” di cui è impossibile censire la scomparsa e secondo per colpa di tutti quei paesi del terzo mondo che non hanno istituzioni dedite al monitoraggio di questi dati. Di conseguenza le conclusioni a livello mondiale sono molto ridotte e approssimative, però, possiamo farci un’idea.

Nonostante la questione sia affrontata di paese in paese (dove possibile) con i rispettivi enti che si occupano del fenomeno delle sparizioni, esiste anche una commissione internazionale per le persone scomparse che stima, dati alla mano, che solo il 70% delle sparizioni a livello mondiale vengono denunciate. Questo significa che a qualsiasi dato voi vi imbattiate, ci dovete aggiungere un buon 30% ipotetico relativo alle sparizioni che non vengono denunciate nei paesi in guerra o del terzo mondo. Per calcolare il numero approssimativo di persone scomparse a livello globale non c’è nessun ente che te lo dice nello specifico, la mancanza di studi ufficiali e il tempo necessario a definire un quadro comune in materia di scomparse a livello globale complicano parecchio le cose. In poche parole sta a te fare un lavoro di analisi paese per paese e raggiungere un dato approssimativo.

Per farci un idea abbastanza nitida io, in questo articolo, prenderò in esame solo i dati di alcuni paesi giusto per riuscire a farci un’idea. Potete sempre approfondire e migliorare la mia ricerca.

Ogni anno, quante persone spariscono nel mondo? Tutti i numeri che seguono provengono dagli enti ufficiali paese per paese.

  • Europa: 600.000
  • Stati Uniti: 540.000
  • Africa (Dati incoerenti): 52.000
  • Inghilterra: 275.000
  • Cina: 500.000
  • Giappone: 100.000
  • Australia: 30.000
  • Canada: 29.000
  • Colombia: 83.000
  • Perù: 20.000
  • Guatemala: 45.000
  • El Salvador (Dati incoerenti): 5.000
  • Brasile (Dati Incoerenti): 80.000
  • Medio-Oriente: Non calcolabile
  • India: Non calcolabile (Alcune testate giornalistiche nazionali hanno riportato il dato di 3 milioni di scomparse l’anno)
  • Conclusione: MILIONI DI DATI MANCANTI.

Il risultato finale, calcolando solo questi pochi, pochissimi paesi, non calcolando i dati fantasma, non tenendo di conto i dati incerti relativi al Medio-Oriente e all’India, super i 2 milioni di individui scomparsi. Eliminando le spiegazioni convenzionali che prendono gran parte della torta, rimane un dato incerto sempre calcolato sulle centinaia di migliaia di persone, se non milioni che parla di persone scomparse senza motivo e mai ritrovate.

Questo studio è infinito, è quasi impossibile fornire dati vicini alla realtà ma l’unica sicurezza che abbiamo è che il numero si calcola sulla base di MILIONI DI INDIVIDUI SCOMPARSI NEL NULLA OGNI ANNO.

La domanda a questo punto mi sembra ovvia, Dove sono tutti? Fammi sapere che cosa ne pensi in un commento. Valuta e condividi l’articolo.

Seguimi sui social per rimanere aggiornato.

Clicca su una stella per votare

Voto medio 4.7 / 5. Totale voti: 118

Nessun voto. Vota questo articolo.

Omega Click Newsletter

Omega Click

Iscriviti per ricevere le notifiche dei nuovi articoli direttamente nella tua casella di posta.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Condividi

10 commenti su “Quante persone scompaiono ogni anno nel mondo? I dati sono catastrofici”

  1. Agghiacciante. Turba parecchio la percentuale che non trova risposte nelle spiegazioni standard. La criminalità, il traffico di esseri umani a scopo di espianto di organi o per sfruttamento sia lavorativo che da parte del racket internazionale della prostituzione, sono solo alcune delle motivazioni, così pure come l’allontanamento volontario, spesso forzatamente fatto passare per tale persino dalle forze dell’ordine in quanto non si trovano spiegazioni logiche e allora “caso chiuso”.
    Il territorio mondiale è troppo vasto, per quanto vengano fatti sforzi congiunti tra le varie polizie di ciascuna nazione che si coordinano con quelle internazionali, succede ovunque e il fenomeno migratorio di massa ha peggiorato ulteriormente una situazione già esplosiva da decenni.
    Oggi con Internet se ne parla di più, le cifre saltano fuori e finiscono alla portata dell’opinione pubblica, ma prima che avessimo accesso a questi strumenti la gente spariva lo stesso in silenzio assoluto, non tutte le scomparse potevano essere riconducibili a casi di criminalità, esattamente come oggi. Quella percentuale resta tutt’ora in un limbo e farsi domande porta ad affacciarsi in qualcosa che fa paura, la maggior parte nemmeno vuole farsele quelle domande. Se c’è chi suggerisce determinate possibili spiegazioni, viene preso per matto tanto oggi come mille, cento anni fa, quindi, ciascuno tragga le conclusioni che più lo rassicurano e soddisfano, ma fingere che queste persone non siano mai esistite non dovrebbe far stare meglio.

  2. I motivi in realtà sono molto più macabri e quasi complottistici ma c’è gente che rapisce o fa sparire bambini per violenza, per gioco, per berne il sangue, per fare riti satanici, per gli organi, per mangiarli, ragazzi la fuori è un mondo di merda sotto molteplici aspetti…non è perché uno vede il sole che dice aaah che bella giornata… c’è tanto inferno dentro e sotto di noi e sarà così sempre.

  3. Ciao omega. Purtroppo io sull’ argomento sono molto presa da tanto tempo. Là molte persone mia più ritrovate io credo che siano vittime di sacrifici e riguardo i bambini traffico che per i poteri forti, tipo bere il sangue degli innocenti da forza ecc.. vittime sono tutte vittime di gente al potere.

  4. Non solo bambini spariscono. Anche giovani appena appena adulti, sono anni che non si hanno più notizie di una ragazza svanita nel nulla a pochi chilometri da casa mia. È agghiacciante l’orrore che si cela dietro questi avvenimenti.

  5. Caro Omega, purtroppo hai toccato una ferita aperta da molti anni in questo tipo di società in cui viviamo. Da quando ero funzionario del ministero citato da te per l’Italia sentivo la necessità che si cominciasse ad indagare su questo argomento, con cognizione di causa però, non a vanvera. Le mie esternazioni ai vertici di allora (anni 1982-2000) non sortirono l’effetto sperato: tutti si trinceravano sul fatto che era una tematica così complessa che non ci sarebbe stato niente da fare. Come hai fatto notare tu solo nel 2007 si sono accorti che il problema diventava sempre più profondo anche per il nostro paese e quindi hanno nominato un prefetto a capo di una struttura “ad hoc” su questo argomento. Certo poi questo argomento è diventato sempre più presente in rete e questo ha spinto verso la mossa di cui sopra. Non ho conosciuto il prefetto che è stato nominato (sono di una generazione precedente), ma non so assolutamente se le persone coinvolte (non solo il prefetto) siano competenti sull’argomento (non solo esperti in indagini poliziesche, ma psicologi, sociologi, statistici,con grandi capacità linguistiche, informatici, programmatori, anlisti, ecc.). Cercherò di informarmi al riguardo. Non vorrei che non si facesse altro che raccoglie cifre ed esporle in modo incoerente (come si è fatto per altre tematiche), con altri Commissari. Come hai giustamente notato il problema è complesso e scoprire dove vadano i “fantasmi” è molto ma molto difficile, comunque credo che debba essere una priorità rilevante per ogni società che vuole definirsi “civile”, specialmente per quella fetta di scomparti appartenente all’infanzia. Grazie ancora per aver scoperchiato la pentola e ti assicuro che se potrò mi muoverò anch’io dato che è un oggetto d’analisi che da sempre ho avuto presente nelle mie riflessioni ed analisi sociali.

  6. Sulla sparizione dei maggiorenni ci possono essere 1000 motivi, ma sui bambini la stragrande maggioranza, trattasi di rapimento. Quello che bisognerebbe analizzare è lo scopo di tali rapimenti e si potrebbe quindi arrivare a conclusioni più precise che possono essere analizzate.
    L’argomento è molto pesante…

  7. Buongiorno grandissimo omega! Meno male che ci sei tu a fare queste inchieste giornalistiche perché secondo me non gliene frega nulla a nessuno!!
    Ed è vergognoso che anche YouTube si tenga fuori dall’argomento!
    Comunque secondo me per capire bene il fenomeno………bisogna chiedersi chi ci potrebbe lucrare sopra!!!!
    Ed alla fine si potrebbe anche scoprire un traffico di esseri umani….magari per traffico di organi o pedofilia!!

  8. Grazie Omega per parlare anche di questo argomento.
    Sui canali telegrammmm si parla spesso di queste cose e di cose ancora più oscure e nascoste.
    Grazie grazie grazie per portare alla luce anche questi argomenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto