Tecnologia avanzata nell’antichità, la verità su Pumapunku e Tiwanaku, Geopolimeri artificiali

Omega Click 18/08/2023

E se i blocchi megalitici misteriosi di Pumapunku e Tiwanaku non fossero stati estratti, tagliati, scolpiti trascinati, trasportati e posizionati. Ma letteralmente fabbricati sul posto con materiali utili a creare dei Geopolimeri artificiali? Geopolimero è un termine che indica una categoria di materiali sintetici a base di alluminosilicati potenzialmente usabili in numerosi settori, ma soprattutto in sostituzione al cemento e ne conosciamo l’utilizzo da pochi decenni. I Geopolimeri sono in genere ottenuti come risultato della reazione della polvere di un alluminosilicato con una soluzione silicatica alcalina in condizioni vicine a quelle ambientali.


Il che significa che è possibile crearli essenzialmente con elementi presenti in natura e con buone conoscienze geologiche e chimiche.

E se queste conoscenze alchemiche fossero state nelle mani degli antichi? Guarda il video dove mostro la pubblicazione scientifica ufficiale e traduco interamente la conferenza degli studiosi.

Seguimi sui social per rimanere aggiornato.

Clicca su una stella per votare

Voto medio 5 / 5. Totale voti: 8

Nessun voto. Vota questo articolo.

Omega Click Newsletter

Omega Click

Iscriviti per ricevere le notifiche dei nuovi articoli direttamente nella tua casella di posta.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Condividi

1 commento su “Tecnologia avanzata nell’antichità, la verità su Pumapunku e Tiwanaku, Geopolimeri artificiali”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto