UFO – L’insider militare David Grusch ammette che il governo u.s.a è in possesso di “veicoli non terrestri”

Omega Click 27/06/2023

La storia di NewsNation

arliamo della fuga non autorizzata di informazioni in ambito UFO più clamorosa nella storia dell’ufologia. Per quanto non siano state presentate ancora al pubblico le prove di quanto detto, il Congresso americano sembra essere entrato in possesso di informazioni altamente segrete che dimostrerebbero che gli Stati Uniti sono in modo inequivocabile in possesso di velivoli non terrestri. Addirittura si parla di un programma coperto dai soldi del Black budget americano. Pprogrammi non autorizzati al di fuori della consapevolezza del congresso non approvati con i soldi pubblici che si occuperebbe proprio del recupero di questi oggetti da decenni.

Ho interamente tradotto l’inchiesta televisiva di Newsnation in italiano e le parole dell’Insider militare David Grusch che sembra aver sporto una denuncia formale al Congresso in cui denuncia questo programma clandestino di recupero UFO.

Chi è David Grusch?

Chi è questo David Crush? Le fonti sono autorevoli? Questo signore è un veterano dell’airforce ed ex membro del “National geospatial Intelligence Agency” un alto funzionario dell’intelligence militare che si sta facendo pesantemente avanti con informazioni su ciò che sostiene essere “velivoli extraterrestri recuperati e tenuti segreti dal governo degli Stati Uniti” e se mai si fosse inventato tutto, il fatto di essersi inventato tutto non mette in dubbio le sue credenziali che sono state verificate su più fronti dai giornalisti che si sono incaricati di riportare il caso agli occhi dell’opinione pubblica.

Le dichiarazioni non vengono dall’ultimo arrivato ma da un membro dell’intelligence militare che oltretutto (ma guarda che caso) ha fatto parte della Task Force UFO del governo americano. In maniera gravissima afferma che è stato negato l’accesso ai programmi di recupero UFO ultra Top Secret alla stessa Task Force incaricata dal Congresso di indagare questi fenomeni, e secondo la legislazione vigente in America, questo è illegale. Parliamo di questioni sotto copertura clandestine a cui neanche la Task-Force UFO al Pentagono è riuscita ad accedere.

I giornalisti e la causa legale aliena

La giornalista Leslie Kean che ha divulgato la questione dell’insider attraverso la nota testata giornalistica “The Debrief” non è l’ultima arrivata, è una giornalista con decenni di esperienza che qualche anno fa ha rivelato tramite il New York Times l’esistenza del programma AATIP ossia del programma UFO al governo americano confermato poi tre anni dopo. Giusto per farvi capire di che cosa parliamo. Non sto dicendo che le affermazioni dell’ Insider corrispondono al vero, sto solamente analizzando la questione cercando di capire se le sue dichiarazioni sono coerenti o meno. L’informazione dice è stata illegalmente nascosta al congresso e ha presentato una denuncia formale sostenendo di aver subito ritorsioni illegali per le sue rivelazioni riservate.

La prima cosa da sottolineare è che non si tratta di una testimonianza televisiva così a caso ma di una fuga di notizie che è stata approvata per la divulgazione ad aprile 2023. Il signor David Grusch ha fornito una dettagliata denuncia al Congresso all’attenzione dell’ispettore generale che l’ha definita credibile e urgente.

C’è un vero e proprio caso legale dietro ed essendo che questi presunti programmi sono al di fuori del consenso del Congresso sono a tutti gli effetti illegali e c’è bisogno di un inchiesta per capire chi processare. Secondo l’inchiesta del The brief il signor Grusch è seguito legalmente in questa battaglia la Charles MClough III Senior partner del Compass Rose Legal Group di Washington e primo ispettore generale della comunità di intelligence confermato Dal Senato degli Stati Uniti nel 2011.

La testimonianza del Prof. di Harvard Avi Loeb

Dopo l’accaduto, dopo che questo insider militare ha vuotato il sacco, ho repentinamente scritto al direttore del dipartimento di astronomia di Harvard, Avi Loeb che è già comparso in video sul canale durante una collaborazione con me medesimo parlando di Oumuamua e dei programmi del Progetto Galileo da lui gestito e quella che segue è stata la dichiarazione scritta che mi ha personalmente inviato per e-mail in data 7/06/2023

“La maggior parte degli scienziati tradizionali sostiene che la possibile esistenza di veicoli spaziali di origine non-umana è una “pretesa straordinaria” che non merita uno studio serio fino a quando “prove straordinarie” cadono in grembo. Il motivo per cui questa prova deve cadere in grembo è perché non sono impegnati nella ricerca di tali prove, e quindi la sua “non esistenza” è già una profezia che si auto-avvera. La semplice risposta al paradosso di Enrico Fermi: “Dove sono tutti?” è “Per scoprire se hai dei vicini, è meglio usare un telescopio o controllare il tuo cortile di casa spaziale per trovare gli oggetti che provengono dalla strada altrimenti non troverai mai niente” Negli ultimi due anni, il Progetto Galileo che conduco presso l’Università di Harvard, è impegnato proprio in queste attività – come riassunto in 8 documenti e pubblicazioni ufficiali peer-reviewed.


Ma dobbiamo anche tenere presente che le agenzie di intelligence e difesa degli Stati Uniti. Il governo ha il compito di identificare gli oggetti che cadono dal cielo da decenni, alcuni di questi oggetti possono rappresentare droni, palloni spia o missili balistici inviati da nazioni avversarie. Dato questo lavoro quotidiano, è chiaro che le agenzie governative saranno le prime a notare prove straordinarie di fenomeni anomali non identificati (UAP) associati a qualsiasi oggetto inviato da civiltà tecnologiche extraterrestri nel nostro cortile cosmico.

Quando mi sono seduto accanto al direttore del National Intelligence, Avril Haines, all’Ignatius Forum alla Washington National Cathedral nel novembre 2021, le ho chiesto: “Data la tua laurea in fisica presso l’Università di Chicago, qual è la tua ipotesi per quanto riguarda gli UAP più anomali presentati nel tuo rapporto del 2021 al Congresso? e lei ha ammesso, “non lo voglio sapere” Durante la nostra discussione pubblica sul palco, Avril ha osservato:

“C’è sempre la domanda “c’è qualcos’altro che semplicemente non capiamo, che potrebbe essere extraterrestre”

Questo avveniva dieci mesi dopo la pubblicazione del mio libro “Extraterrestrial” in cui ho discusso la possibile spiegazione tecnologica per le molteplici anomalie compresa la forma simile a un disco e l’accelerazione non-gravitazionale esibita dall’oggetto interstellare, `Oumuamua, osservato da telescopi astronomici standard. Ma il primo oggetto interstellare riconosciuto ha effettivamente colpito la Terra nel gennaio 2014 e lo abbiamo scoperto in seguito alle osservazioni di Oumuamua. La prossima spedizione del Progetto Galileo nell’Oceano Pacifico mira a scoprire se questa meteora interstellare, IM1, era un velivolo di una civiltà extraterrestre. La ragione per considerare questo oggetto di mezzo metro di origine artificiale è che era più resistente alla trazione rispetto a tutte le altre 272 meteore nel catalogo CNEOS della NASA, ed era formalmente riconosciuto di origine interstellare al 99,999% di confidenza dal comando spaziale degli Stati Uniti.

Oggi, (questa lettera è stata scritta lo stesso giorno della divulgazione dell’insider) un rapporto dell’informatore David Grusch è stato pubblicato su TheDebrief dagli stimabili giornalisti Leslie Kean e Ralph Blumenthal. Grusch ha servito come rappresentante alla Task Force UAP e co-responsabile per l’analisi UAP. Grusch dice che recuperi di oggetti extraterrestri di origine non umana sono in corso da decenni negli Stati Uniti attraverso il governo, alleati e appaltatori della difesa.

Jonathan Gray, un ufficiale dell’intelligence specializzato in analisi UAP presso la National Air e Space Intelligence Center, ha affermato che:

“una vasta gamma dei nostri sensori più sofisticati, comprese le piattaforme spaziali, sono state utilizzate da diverse agenzie, per osservare e identificare con precisione la natura, le prestazioni, le prestazioni fuori dal mondo e il design di queste macchine anomale che sono poi determinate a non essere di origine terrestre”

Sebbene sia un osso duro da spezzare, è possibile raccogliere potenziali progressi tecnologici da recuperi di intelligenza non umana/UAP da qualsiasi nazione sufficientemente avanzata e poi sarebbe possibile condurre una guerra asimmetrica, quindi, un po’ di segretezza deve rimanere.

Tuttavia, in quanto scienziato guidato dall’evidenza, devo sollevare un’osservazione cautelativa: non ci sono dettagli scientifici in questo rapporto. Posso solo valutare l’importanza dei dati aperti o materiali a cui ho accesso diretto. Mentre il governo è responsabile per le questioni di sicurezza nazionale, la possibile esistenza di civiltà tecnologiche extraterrestri implica la conoscenza scientifica dell’Universo che non aderisce ai confini nazionali e dovrebbe essere condivisa con tutti gli esseri umani. Per quanto le testimonianze oculari sull’esistenza di prove classificate siano intriganti, possiamo fare progressi nella nostra conoscenza scientifica solo avendo accesso diretto alle fonti primarie di materiali o dati senza fare affidamento sul sentito dire.

Testimonianze di testimoni oculari hanno implicazioni in tribunale ma non sono sufficienti per corroborare scientificamente dichiarazioni. Pertanto, per quanto il rapporto di Grusch sia intrigante, non ha un contenuto scientifico credibile.

Conclusione

Il succo della denuncia si riferisce, rivelando ovviamente il programma clandestino, al fatto che durante la partecipazione di Grusch alla Task Force UAP, egli, subì delle ritorsioni perché stava ficcando il naso dove non doveva. Ho chiesto anche un commento al noto ufologo ed ex funzionario della Difesa inglese “Nick Pope” con cui ho collaborato diverse volte sul canale. La sua dichiarazione è andata virale su YouTube prima che una nota azienda americana decidesse, per un cavillo di segnalarmi il video costringendomi per questioni relative al Copyright a toglierlo dalla piattaforma. Riassumendo ciò che ha detto Nick Pope, per quanto le informazioni siano ancora da verificare, secondo le sue fonti che ha sentito in prima persona da qui a qualche mese ci saranno grandissime rivelazioni che saranno divulgate da insider e addetti ai lavori. Forse è possibile che le incredibili dichiarazioni di David Grusch relative ad un programma clandestino che è a tutti gli effetti in possesso di velivoli non umani siano vere? Scoprilo nel video che ho realizzato in merito.

Condividi e valuta questo articolo per aiutarne il posizionamento.

Seguimi sui social per rimanere aggiornato.

Clicca su una stella per votare

Voto medio 4.9 / 5. Totale voti: 27

Nessun voto. Vota questo articolo.

Omega Click Newsletter

Omega Click

Iscriviti per ricevere le notifiche dei nuovi articoli direttamente nella tua casella di posta.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto