UN UFO DISATTIVA LE STRUMENTAZIONI DI UN CACCIA

Sei al corrente del fatto che negli archivi pubblici delle agenzie di Intelligence esistono rapporti militari ufficiali in cui si parla di alcuni caccia che inseguono un oggetto muta forma che si sdoppia e disattiva le strumentazioni dei velivoli militari ? Perchè nel caso in cui tu non ne fossi al corrente te lo sto dicendo io. E non solo te lo dico ma ti condivido anche i documenti ufficiali scaricabili. Il seguente caso è ampiamente documentato negli archivi del governo degli Stati Uniti ed è il primo caso che fu rilasciato al curatore del sito “The Black Vault” John Greenwald nel 1996 ai sensi del Freedom Of Information Act e parliamo forse di uno dei casi UFO documentati più inspiegabili di sempre.

Ho ampiamente parlato di questo caso nel mio libro bestseller Amazon “The Black Book – La natura della realtà” e ve lo riassumo brevemente di seguito prima di condividere tutti i documenti scaricabili in merito al caso.

Esplora il caso completo su The Black Vault

Clicca il pulsante ed esplora il caso direttamente alla fonte o continua a scorrere per leggere la trascrizione in italiano e scaricare i documenti.

Il contatto UFO avvenne nelle prime ore della mattina del 19 settembre 1976 e fu un avvistamento radar e visivo di quello che si presentò come un oggetto muta-forma sopra la capitale iraniana.

Il caso è passato alla storia grazie a determinati fattori che si riferiscono ad evidenze fisiche dell’avvistamento, infatti, viene scritto nei rapporti militari dell’epoca, (oggi giorno liberamente consultabili da chiunque) che il contatto produsse un malfunzionamento ai due f-4 Phantom dell’Aeronautica Imperiale iraniana che vennero mandati all’inseguimento e per quanto se ne sentano parecchie, quando un avvistamento radar-visuale viene confermato di persona dai piloti che vengono inviati ad investigare, beh, come dico sempre io, c’è poco da dire!

Consultando i documenti ufficiali in questione classificati dalla Defense Intelligence Agency (DIA) statunitense ci rendiamo subito conto che l’evento produsse molta preoccupazione, il ricercatore John Greenwald Jr. del famoso sito The Black Vault, con più di due milioni di pagine online, che da più di 20 anni si dedica all’indagine UFO concentrandosi sulle richieste FOIA al governo USA è stato il primo a cui sono stati rilasciati i documenti della DIA nel 1996 regalando al mondo la prova incontestabile di un avvenuto contatto leggendario che mi impegnerò ad esporvi.

Segue la trascrizione del documento ufficiale.

Questo rapporto trasmette informazioni sull’avvistamento di un UFO in Iran il 19 settembre del 1976. Verso mezzanotte e trenta del 19 settembre il posto di comando dell’Aeronautica Imperiale iraniana ricevette quattro telefonate da cittadini residenti nell’area di Shemiran a Tehran che dicevano di aver visto strani oggetti in cielo. Alcuni hanno riportato l’avvistamento di un oggetto simile ad un uccello mentre altri hanno segnalato un elicottero con una luce accesa, a quel tempo però non c’erano elicotteri in volo in quell’area. Il posto di comando chiamò il generale Yousefi assistente vice-comandante delle operazioni e lui, dopo aver detto ai cittadini che erano solo stelle e aver parlato con la torre di Mehrabad ha deciso di guardare lui stesso e fu così che notò un oggetto nel cielo simile ad una stella ma più grande e luminosa. Decise così di lanciare un F-4 dalla base dell’Aeronautica di Shamrokhi per indagare. Alle 01:30 del 19 settembre 1976 un F-4 decollò e procedette verso un punto a circa 40 miglia a Nord di Tehran, grazie alla sua brillantezza l’oggetto era facilmente visibile da 70 miglia di distanza, quando l’F4 si avvicinò ad una distanza di 25 miglia nautiche perse tutta la strumentazione e le comunicazioni, interruppe quindi l’intercettazione e tornò alla base aerea di Shamrokhi, quando l’F-4 si allontanò dall’oggetto, apparentemente esso non costituiva più una minaccia e infatti l’aereo riacquistò tutta la strumentazione e le comunicazioni.

Alle 01;48 un secondo F-4 venne lanciato e venne acquisito un blocco radar a 27 miglia a ore 12, man mano che la portata scendeva a 25 miglia nautiche, l’oggetto si allontanava vertiginosamente ad una velocità che era visibile solo sull’oscilloscopio del radar.

La dimensione visiva dell’oggetto era difficile da discernere a causa della sua intensa brillantezza, la luce che emetteva era quella di luci stroboscopiche lampeggianti disposte in uno schema rettangolare e si potevano vedere contemporaneamente colori alternati di blu, verde, rosso e arancione, la sequenza delle luci era così veloce che si potevano vedere tutti i colori contemporaneamente. L’oggetto e l’inseguimento dell’F-4 continuarono su di una rotta a sud di Tehran, quando un altro oggetto ben illuminato stimato essere delle dimensioni della metà o di un terzo delle dimensioni apparenti della luna uscì dall’oggetto originale, questo secondo oggetto puntò dritto verso l’F-4 ad una velocità molto elevata, il pilota ha tentato di sparare un missile sull’oggetto ma in quel momento il suo pannello di controllo delle armi si era spento e ha perso tutte le comunicazioni, a quel punto il pilota ha iniziato una virata tentando una manovra evasiva nell’intento di allontanarsi, mentre si voltava l’oggetto cadde in picchiata a quelle che sembravano essere 3-4 miglia di distanza.

Mentre continuava a sua volta ad allontanarsi dall’oggetto primario, il secondo oggetto tornò all’interno della sua rotta e tornò all’obbiettivo primario con un perfetto ricongiungimento. Poco dopo che il secondo oggetto si era unito all’oggetto principale, un altro oggetto sembrava uscire dall’altra parte dell’oggetto primario e andò verso il basso a grande velocità, l’equipaggio dell’F-4 aveva ripreso le comunicazioni, il pannello di controllo delle armi e aveva osservato l’oggetto avvicinarsi 61 al suolo anticipando una grande esplosione, questo oggetto sembrò poi porsi dolcemente sulla terra e proiettare una luce molto intensa su di un’area di circa 2-3 chilometri.

L’equipaggio scese dalla loro altitudine da 26 miglia a 15 miglia e ha continuato ad osservare e contrassegnare la posizione dell’oggetto. Hanno avuto qualche difficoltà a regolare la loro visibilità notturna per l’atterraggio, quindi, dopo aver orbitato intorno a Mehrabad alcune volte sono usciti per l’atterraggio. Viene riportato che nel corso dell’inseguimento con l’UFO sono state riscontrate molte interferenze delle strumentazioni degli F-4. L’unico aereo di linea civile che si stava avvicinando a Mehrabad durante questo stesso periodo ha avuto problemi di comunicazione nelle vicinanze ma riferì di non aver visto nulla. Mentre l’F-4 era sul lungo avvicinamento finale, l’equipaggio notò un altro oggetto a forma di cilindro con luci fisse su ciascuna estremità e con una che lampeggiava nel mezzo.

Quando è stata interrogata la torre ha dichiarato che non c’era traffico noto nella zona. Durante il tempo in cui l’oggetto è passato sopra l’F-4 la torre non ha avuto una visuale su di esso con i radar ma l’ha raccolta dopo che il pilota ha detto loro di guardare tra la montagna e la raffineria. Durante il giorno l’equipaggio dell’F-4 è stato portato nell’area in cui l’oggetto era apparentemente atterrato, non è stato notato nulla nel punto in cui pensavano che l’oggetto fosse atterrato, ma mentre giravano verso ovest nell’area, hanno percepito un segnale acustico molto evidente, nel punto in cui il ritorno era più rumoroso c’era una casetta con un giardino, sono atterrati e hanno chiesto alle persone all’interno se avevano notato qualcosa di strano la scorsa notte, la gente parlava di un forte rumore e di una luce molto brillante.

Esistono anche altri documenti accessori disponibili direttamente dal sito ufficiale dell’NSA (National Security Agency) in cui si racconta l’evento e uno di essi presenta una descrizione di un alto funzionario dell’Aeronautica Militare USA in cui parla di incontri inspiegabili citando proprio l’evento dell’UFO in Iran del 1976. Il documento in questione è presente ufficialmente sull’archivio dell’NSA governativo (.gov) all’indirizzo link : https://media.defense.gov/2021/Jul/13/2002761355/-1/-1/0/NOW_YOU_SEE.PDF

Un’altra grande scoperta scrive The Black Vault è avvenuta all’interno dei file dell’NSA e parliamo della lista di distribuzione del documento originale dell’intelligence. Su di esso, si sottolinea “l’estrema importanza del caso” in quanto “ha soddisfatto i criteri per un valido studio sugli UFO”. 

Le ragioni addotte erano la credibilità dei testimoni, tra cui un generale dell’aeronautica; conferma radar; effetti elettromagnetici su TRE velivoli separati effetto fisiologico su alcuni membri dell’equipaggio; e un UFO che mostrava una “quantità eccessiva di manovrabilità”. Scarica i documenti e guarda con i tuoi occhi.

Molti fattori fisici dell’incontro lo rendono SPECIALE, trovare su documenti ufficiali d’archivio dichiarazioni che si riferiscono al mancato funzionamento del pannello armi di un caccia nell’avvicinarsi ad un UFO durante un inseguimento ordinato da un generale, non è esattamente facile, anzi, questo è uno dei dossier più allettanti in circolazione in quanto viene testimoniato più di un avvistamento radar-visuale confermato da osservazioni visive da parte dei piloti, dire che la documentazione relativa al caso dell’UFO in Iran è oro è dire poco, pochissime altre narrazioni sono accompagnate da documentazioni così massacranti. Ti invito come sempre ad approfondire.

Clicca su una stella per votare

Voto medio 5 / 5. Totale voti: 13

Nessun voto. Vota questo articolo.

Omega Click Newsletter

Omega Click

Iscriviti per ricevere le notifiche dei nuovi articoli direttamente nella tua casella di posta.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto